Ilcorpodigrazia's Blog


Ovuli Congelati

L’altra sera ero impegnata in una cena di business: vestitino verde fantasia e tacco 12, mi sono presentata nella terrazza fronte mare proprio sulla cima di uno dei moli del Porto Antico, a Genova. Seduti nella piacevole brezza settembrina, avvolti nell’odore di cibo appena cucinato, iodio e salsedine, si chiacchierava di economia, viaggi e business davanti alle belle barche a vela attraccate a pochi metri da noi.

Tra un gambero ed un bicchiere di vino bianco, non so proprio come, si è iniziato a parlare di figli. Sentitami chiamata in causa, ho dovuto ammettere ancora una volta, anche di fronte a semi-sconosciuti, la totale mia assenza di istinto materno. 30 anni suonati, un matrimonio già vecchio di due anni, e nessuna voglia di ululanti pargoli petulanti.

Uno dei nostri ospiti mi ha guardato serio: “Just freeze your ovules”. Per poco non mi strozzavo con una carota. “I beg your pardon?”. Così lui incalza: “Il vostro paese è troppo cattolico, non si parla a sufficienza di questa che è una reale opportunità per tutte quelle donne come te in cui il desiderio di maternità matura un po’ in ritardo rispetto al normale ciclo biologico”.

Rispetto al normale ciclo biologico? Caspita, questo benedettissimo orologio biologico….una parola in più e già mi vedevo in crisi. Notando che lui insisteva sull’argomento, dopo il momento di smarrimento iniziale, ho tagliato corto sfoggiando un sorriso rassicurante: “Sempre meglio essere ben informati su tutte le opportunità di questa vita, leggerò a tal riguardo per farmi un’idea più precisa”.

La cena è poi corsa via veloce e piacevole e, ben felice di non aver nessuno che mi aspettasse a casa, mi sono avviata con tutta calma al parcheggio. Non ho neppure dovuto render conto a nessuno quando, ancora una volta, ho perso la macchina. Questa è purtroppo una mia peculiarità della quale non vado propriamente fiera. Non c’è speranza che io mi ricordi dove ho parcheggiato. In passato mi è addirittura capitato di andare in un posto in macchina, di tonare a casa a piedi dimenticandomi la macchina in tal posto, e di denunciarne il furto l’indomani mattina non trovandola nel parcheggio sotto casa. Questa mia naturale inclinazione a perdermi la macchina diventa un serio problema quando la posteggio in un silos. Una volta, quando vivevo in America, credo di esserci stata almeno un paio d’ore dentro quel maledetto multipiano. Ero disperata. Per altro la questione è molto più spinosa di quanto non si pensi. Sì perché, a parte il fatto che perdo tempo a cercare la macchina, se passano più di 15 minuti, (ed aimè ne passano anche molti di più), ovviamente scade il ticket di pagamento del parking. Ciò per altro mi capita tipicamente di notte, quando non ci sono guardie alla sbarra, vi risparmio le scene isteriche di me che suono mille citofoni cercando disperatamente di spiegare la situazione, per di più in inglese. *_*  Così anche l’altra sera, prendo l’ascensore, ed entro in crisi. Che piano devo digitare? Ovviamente li ho dovuti ancora una volta girare tutti, ho iniziato a vagare per ogni settore perché sia mai che io abbia un minimo di memoria fotografica, o di senso dell’orientamento. Fortunatamente però, con la mia Fiat16, la vita è molto più facile: avendo la chiusura automatica si sente sia il suono, sia si vedono le luci lampeggiare ed, a parte la figura di una pazza isterica che pigia forsennatamente e ripetutamente sul pulsantino delle chiavi muovendo a radar il braccio teso davanti a me, ho fatto molta meno fatica del solito a ritrovarla!

Pericolo scampato, esco trionfante dal parcheggio con il ticket ancora valido e ridacchio tra me e me pensando che certamente non sono adatta ad avere prole. Poi però mi viene un colpo. Quanto durerà? Cioè quanto durerà questo periodo in cui sono felice e spensierata, in cui tutto sommato sono ancora giovane e carina e soprattutto ho l’indipendenza di fare tutto ciò che mi passa per la testa? Oggi che ho 30 anni già sento che il mio fisico non è più quello che avevo a 20.

Ho più indipendenza, sono una donna più forte da molti punti di vista, ma non quello fisico. E se la voglia di maternità mi saltasse fuori a 40 anni quando magari non sarò più fisicamente adatta a procreare?

Ma voi, un paio di ovuli sotto chiave in freezer, magari con una bella etichetta su di modo da non confonderli con uova di struzzo o caviale, li mettereste?

Annunci

46 commenti so far
Lascia un commento

Il problema è: poi, dopo molto tempo, cioè quando decidi di usare quel bel paio di ovuli, poi ripeto, ti ricordi dove li ha messi??? 🙂

Ciao e buon fine settimana e non disperarti, sempre più spesso oggi si rimanda il “problema” procreazione, ma forse è meglio così, un figlio si deve volere, anche te lo dice uno che è figlio di Ogino-Knaus… 😆

Commento di arthur

uauauauaua hai proprio ragione! comunque, tornando seri, completamente d’accordo con te, una maternità è bella a tutte le età, purchè desiderata! 😀

Commento di Adelaide

Congela gli ovuli. Se io lo farei? Beh, probabilmente no, soprattutto pensando a come poi andranno fecondati, alle modalità del rimpianto (nel senso di re-impianto nell’utero, non del rimpiangere!): però tu congelali lo stesso, affinché un giorno possa optare per il re-impianto e ti resti una scelta alternativa al rimpianto, che il gioco di parole qui ci sta proprio bene!

Commento di Diemme

ecco sì devo proprio informarmi…immagino che anche i costi siano alti…

Commento di Adelaide

Ecco, quello è un altro argomento che mi bloccherebbe… insomma, un sano metodo naturale, piacevole e gratuito! Non so che dirti davvero, io ho avuto il problema contrario, l’istinto materno fin dalla più tenera età, a 14 anni già sognavo la gravidanza, e quando a diciotto mi sono fidanzata la prima cosa che gli ho detto – e che lui aveva accettato – è che avrei voluto una decina di figli.

Poi, la vita ha deciso diversamente, l’anima gemella non l’ho mai trovata, e la mia unica figlia è nata praticamente per caso… ma che enorme felicità che mi ha comunque portato! 😀

Commento di Diemme

😀 vedremo….

Commento di Adelaide

Ecco, a parte la questione ovutli, facciamo che quando dovessimo uscire insieme ti ricorderò io dove hai parcheggiato la macchina. Solo che dobbiamo ANCHE ricordarci di mettere lo stramaledetto biglietto sennò ci fanno la multa…ehm… 😦
Bacioni!

Commento di Miss Fletcher

ecco sì, vedi, io ho proprio un problema con il parcheggio, una volta ferma, è come se la macchina si volatilizzasse dalla mia mente, e dimentico di tutto! 😦

Commento di Adelaide

A chi lo dici! Ma io, quando non si tratta di sotto casa o sotto l’ufficio, lo scrivo!!! Davvero, non me lo posso permettere di passare la vita a ricercare la macchina, andare dai carabinieri a denunciarne il furto, riandare dai carabinieri a ritirare la denuncia, girare per i silos piena di pacchi, stanca e disperata… no no no, scrivere!

Commento di Diemme

come te le scrivi? sul cellulare? su un foglietto volante? nono, con me non funziona nel senso che se mi ricordassi di scriverlo significherebbe che ci sto prestando attenzione, quindi potrei tranquillamente guardare il numero del piano e del settore. nono, il punto è che proprio non entra nella mia testa, per me macchina parcheggiata=problemi finiti.

Commento di Adelaide

Sì, ma così macchina da riprendere=dolori di pancia (e prega di non averli sul serio e non aver bisogno di correre a casa! 😯 ).

Commento di Diemme

uauauaua questo sarebbe un vero incubo!!!!

Commento di Adelaide

Con tutto il rispetto, a me sembra una cazzata bella e buona… Il problema più grosso, per come la vedo io, non sono tanto gli ovuli che fino alla menopausa sono fecondi, quanto il fisico e come regge una gravidanza e, sopratutto, quanta forza hai per il dopo parto… Che è li che viene il bello. Quindi o ti congeli tutta, oppure questa degli ovuli mi sembra la cagata di uno che voleva attaccare discorso e cercare “intimità”. Detto questo, la Nannini ha partorito a 50 suonati… 😉

Commento di Paolino

Paolino, il fatto che bisogna congelarci tutte intere è troppo forte, decisamente da prendere in considerazione! 😆

Commento di Diemme

e però non vale, allora io mi sarei congelata a 24 anni, mica a 30 che ho già le rughette e la panzettina uffa!

Commento di Adelaide

Ma gli anni dai 24 ai 30 sono i più belli, tanto vale la pena esserseli goduti subito!

Commento di Diemme

ma nooooo io sinceramente spero che i più belli saranno quelli dai 30 ai 35! 🙂

Commento di Adelaide

uauauauaua allora mi congelo direttamente io intera?? uauauaa no ma lui mi ha attaccato un pippozzo che più l’ovulo è in là nel ciclo biologico e più il nascituro può avere problemi di salute o cmq di longevità…chissà se è vero mbà

Commento di Adelaide

Il tizio voleva attaccare bottone… Ed entrare in confidenza e intimità, questo è lampante.
Sul congelamento integrale 6 anni fa invece che oggi, che dire? Meglio tardi che mai… Ogni anno che passa è una ruga in più, come i cerchi nei tronchi! 😉

Commento di Paolino

oddio allora corro subito in freezer…arrivederci a tra 10 anni! ahahahahah

Commento di Adelaide

Congelare le donne… tutte intere???
noooooooooooo……!!!!!!!
arrivare a 50/60 anni con una moglie di 25/30 nel frezeer pronta a svegliarsi… troppo stress.
Oddio… ci sarebbero quei decenni di silenzio in casa da non sottovalutare :mrgreen:

TADS

Commento di TADS

uauauauau secondo me io troverei un modo di scongelamento rapido della lingua e riuscirei a comunicare anche dal freezer! uauauaua

Commento di Adelaide

Ho scritto il commento prima di aver letto questo tuo, ma vedo che siamo più che allineate 😉

Commento di Diemme

sisi, cara, allineatissime! 🙂

Commento di Adelaide

@Tads: e pure tu a simpatia non scherzi! I decenni di silenzio… ci scommetti che io riuscirei a chiacchierare pure ibernata? 😛

Commento di Diemme

azz… il congelatore stereo… :mrgreen:

TADS

Commento di TADS

eccertoooo

Commento di Adelaide

Sugli ovuli non mi pronuncio.
Ma sul parcheggio si !
Scatta una foto alla macchina col cell inquadrano i cartelli !
Io faccio sempre così.

Commento di Claudio Guiduccio jedi Spega

ma guiduccio…ma chi se lo ricorda? se mi ricordassi di fare la foto significa che sto prestando attenzione a dove l’ho lasciata…non è che ho l’halzaimer, proprio non faccio caso a dove la lascio, giro giro per cercare un posto e poi qusndo lo trovo la mollo e me ne vado, fine dei giochi

Commento di Adelaide

Ed allora c’e’ un solo rimedio.
Non andare in giro da sola.
Fatti accompagnare !

Commento di Claudio Guiduccio jedi Spega

per la carità!!!! a meno che… 😉

Commento di Adelaide

E lo sapevo che avresti colto la palla al balzo !

Commento di Claudio Guiduccio jedi Spega

;D

Commento di Adelaide

ma fatti congelare le ovaie…così fino al giorno in cui decidi di diventare mamma sei sicura di non procreare nessuno
Ricordi la gioia di andare in menopausa?
Poi però oltre alla macchina cerca di non dimenticarti anche del bambino…

p.s.
detto tra noi: ma ndo cxx vai cor vestitino verde e tacco 12 se hai un pargoletto che ti rigurgita addosso ogni 20 minuti?

Commento di mario

ma appunto! ma chi lo vuole il pargoletto che rigurgita?! io sono stra felice con il mio vestito verde ed il tacco 12!!! dio me ne scampi!

Commento di Adelaide

Ma non ci pensi alle nuove generazioni ?
Tu dovresti mettere al mondo almeno una decina di figlie come te !

Commento di Claudio Guiduccio jedi Spega

ahahahah si vede che non mi conosci di persona…ci sono persone che inoridirebbero (si dice?) a sentire questa frase….di Fra è già troppa una sola! ah ah ah

Commento di Adelaide

In effetti a me una basterebbe..

Commento di Claudio Guiduccio jedi Spega

non è che puoi venire a vivere sul mio pianerottolo? non è la prima volta che te lo chiedo eh?! io ho bisogno delle tue siringate di stima!!! I love you.

Commento di Adelaide

Cioè dico, io vengo fino a Genova… e tu mi lasci sul pianerottolo ?

Commento di Claudio Guiduccio jedi Spega

ahahahah intendevo come vicino di casa no?!

Commento di Adelaide

Devo pure comprarmi casa !
La cosa si fa impegnativa ! 🙂

Commento di Claudio Guiduccio jedi Spega

guarda, sai che vendono giusto giusto l’appartamento a fianco al mio?

Commento di Adelaide

Eh ma se lo dici qui dove leggono tutti, poi per battere la concorrenza mi tocca spendere un capitale !

Commento di Claudio Guiduccio jedi Spega

che storia questa degli ovuli.. il signore non ti ha detto male, è cmq un’idea/alternativa. ma come in tutte le questioni di scienza, la domanda è: fino a che punto ci si può spingere?
personalmente l’argomento figli ho cominciato ad affrontarlo presto, a 20 anni, e mi sono ritrovata con il dilemma alla “essere o non essere”, meglio avere figli presto e meno differenza di età e mentalità con loro, o godersi la propria giovinezza il più possibile? poi la riflessione è passata a uno step prima, e son giunta alla conclusione che non voglio figli, quindi il dilemma è stato risolto sul nascere… per chi invece non si sa decidere….. credo che potrebbe pagare l’indecisione in futuro.. stiamo freschi!!! ahahahh

Commento di laura9

mah quando avrò tempo…ci penserò 😉

Commento di Adelaide




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: